venerdì 8 gennaio 2010

ASSOCIAZIONE


www.fse.it/


BREVISSIMA STORIA DI BADEN-POWELL E DELLO SCAUTISMO
 
Il Movimento Scout è stato fondato da Sir Robert Baden-Powell of Gilwell, nato a Londra il 22 febbraio 1857, chiamato affettuosamente da tutti gli scout B.P.
Nel 1876 entrò nell'esercito britannico, dove ebbe una carriera molto veloce per il suo coraggio e la sua abilità di esploratore, tanto che fu soprannominato dagli indigeni africani "il lupo che non dorme mai".
Nel 1889 scoppiò la guerra tra la Gran Bretagna e la Repubblica del Transvaal; Baden-Powell era colonnello e fu mandato a Mafeking, in Sudafrica, per fronteggiare un assedio da parte dei soldati boeri, che erano in gran numero. Dopo più di sette mesi di resistenza, Mafeking fu liberata dai rinforzi inglesi e Baden-Powell divenne praticamente un eroe e fu anche promosso al grado di Maggior Generale.

Tornato in patria, egli scoprì con meraviglia che il suo libro "Aids to scouting", scritto per i soldati, era popolare quanto lui ed era perfino utilizzato come libro di testo per i ragazzi nelle scuole. Allora ebbe una intuizione: se un libro per adulti sulle esercitazioni pratiche di esplorazione affascinava tanto i ragazzi, risultati ancora migliori avrebbe potuti ottenerne uno analogo scritto appositamente per i ragazzi.
Baden-Powell si mise così al lavoro su una nuova pubblicazione, adattando le sue esperienze indiane ed africane e studiando vari libri di pedagogia e metodologia educativa giovanile. Lentamente l'idea dello scautismo si stava formando e per essere certo che il suo progetto funzionasse, organizzò quello che poi divenne il primo vero campo scout della storia, nell'isola di Brownsea, nella Manica, nell'estate del 1907. Fu un gran successo.
L'anno successivo uscì in 6 fascicoli il suo libro principe, "Scouting for boys", un manuale che spiega tutto ciò che c'è da sapere sullo scautismo. E fu da subito che dappertutto, in Gran Bretagna ed in altre nazioni, cominciarono a nascere numerose Pattuglie e Reparti. In soli due anni il Movimento crebbe così tanto che Baden-Powell si rese conto che lo scautismo avrebbe riempito tutta la sua vita restante, che lui chiamò "seconda vita", e diede le dimissioni dall'esercito con il grado di Luogotenente Generale.
Nel 1912 partì per un viaggio attorno al mondo, nel quale incontrò migliaia di scout e gettò le basi della fraternità mondiale. Dopo un'interruzione del suo lavoro per la guerra mondiale, nel 1920 organizzò a Londra il primo Jamboree, raduno internazionale che si tiene tutt'oggi ogni quattro anni (per maggiori informazioni leggete la pagina dedicata allo scautismo nel mondo). In quell'occasione B.-P. fu acclamato Capo Scout del Mondo. Quando il Movimento divenne "maggiorenne", cioè al suo ventunesimo anno di fondazione, contava ben due milioni di iscritti e per questo il Re inglese Giorgio V gli conferì il titolo di Lord.
Quando Baden-Powell, ultraottantenne, si rese conto di essere prossimo alla sua dipartita, si trasferì definitivamente a Nyeri, ai piedi del monte Kenya, con la moglie Olave, in un angolino tranquillo con un fantastico panorama. Morì l'8 gennaio 1941. Oggi lì sorge la sua tomba, meta di continue visite da parte di scout di tutto il mondo.

Quello scout è l'unico metodo educativo riconosciuto a livello mondiale oltre al metodo Montessori (quest'ultimo interessa comunque una fascia d'età più limitata). L'intuizione geniale di Baden-Powell sta nel fatto di avere introdotto il concetto dell'imparare facendo, con il quale il ragazzo partecipa attivamente alla sua stessa educazione e formazione ed anche a quella dei ragazzi più giovani del suo piccolo gruppo (Pattuglia o Muta).
Lo scout vive bene all'aperto, ha un rapporto rispettoso con il prossimo e con la natura, impara a cavarsela da solo in ogni circostanza, vive una continua avventura. E possiamo ben vedere che questi aspetti sono attualissimi anche oggi, in tempi in cui i ragazzi trascorrono molte ore in casa davanti al computer e quando escono solitamente frequentano solo attività sportive (agonistiche).
Molto sinteticamente si può dire che lo scopo dello scautismo è di costruire una società migliore attraverso la formazione del "buon cittadino". Una delle frasi più famose di B.-P. infatti è: "Procurate di lasciare questo mondo un po' migliore di quanto non l'avete trovato".

L'ultimo messaggio
Questo e' il messaggio che B.P. ha scritto e' che per suo volere e' stato pubblicato solo dopo la sua morte. Egli dice: Cari Scouts - se voi avete visto Peter Pan, ricorderete come il capo dei pirati parlava sempre in modo preoccupato del giorno della sua morte, quando il momento per morire arriva, egli potrebbe non avere il tempo di prendere la sua bara. Questo e' lo stesso per me, e cosi', sebbene non e' ancora il mio momento per morire, io sto scrivendo qualcosa per mandarvi un saluto.
Ricorda, questo e' l'ultima volta che sentirete qualcosa di me, cosi' vado oltre. Ho avuto una vita felice e volglio lo stesso per voi. Credo che Dio ci metta in questo vivace mondo per essere felice e per divertirsi. La felicita' non viene dalla ricchezza, neppure dal successo nella tua carriera e nemmeno nell'autocompatimento. Un passo verso la felicita' e' fare se stesso forte mentre sei ancora un ragazzo, cosi' che tu puoi essere utile e puoi affermarti quando sei un uomo. Lo studio della Natura ti mostrera' quanto completo e potente cosa ha fatto Dio nel mondo per te. Essere felici con quello che tu possiedi e quanto di meglio tu possa fare. Quarda il lato positivo delle cose e non quello oscuro. Ma il modo vero di essere felici e' rendere felici gli altri. Prova a lasciare questo mondo un po' meglio di come l'hai trovato e quando arriva il tuo momento per morire, tu puoi morire felice nel sentire che in ogni caso tu non hai perso il tuo tempo ma hai fatto del tuo meglio. Sii Preparato; cosi vivo felice e muoio felice. Inserisci sempre la Promessa Scout, anche dopo che hai finito di essere un ragazzo. Dio ti aiuti a fare questo.

2 commenti:

anacond78 ha detto...

Buon Giorno Andrea e Tutti i visitatori.Era Ora che qualcuno aprisse un blog o un sito per GLI SCOUT DI RIESE.Il Suo merito consente a tutti gli Scouts e ai loro genitori ed amici di poter dialogare costruttivamente per far CRESCERE INSIEME quest'Iniziativa Associativa che grazie all'Interessamento del Parroco Mons. GIOVANNI BORDIN e all'Impegno generoso di DON EDOARDO CESTARO si è costituita in Riparto 7 anni fa.Si discuteva già dopo pochi mesi dell'opportunità di creare uno SPAZIO INTERNET parrocchiale a RIESE PIO X.
Per gli avvisi mancati non Si deve ramaricare più di tanto, Andrea, sono fatti che possono succedere e questa volta per Fortuna hanno rappresentato lo Spunto per questo BLOG.LOdo quindi il Suo IMPEGNO e La ringrazio.Saluti
claudio comunello

Giorgio ha detto...

Ciao Andrea sono Giorgio ti scrivo x sapere se e come posso iscrivere mio figlio Giovanni 02/08/01 con Voi, so che hai trovato mia moglie al consultorio famigliare,
cortesemente mi puoi inviare mail a : giorgio.bortolon@gmail.com Grazie ti sarei grato
Ciao